Italian
 

Piano Urbano del Traffico - Lettera dell'Assessore Davide Štokovac

Il traffico e la sicurezza stradale sono negli ultimi anni oggetto di particolare attenzione. Il traffico influisce sulle nostre vite in più modi. Se vogliamo prendere in considerazione i tempi lunghi delle nostre scelte, dobbiamo considerare che un terzo dell’energia consumata in Europa viene utilizzata dai trasporti, mentre il traffico è responsabile di un quarto delle emissioni di gas climalteranti. Quindi, se vogliamo lasciare alle giovani generazioni un mondo idoneo alla vita, dobbiamo prendere coscienza di tutto ciò.


Ma la questione ancora più concreta e immediata è la sicurezza sulle strade. In Italia ogni ora vi sono circa venti incidenti stradali, ogni tre ore viene persa una vita sull’asfalto. Analogamente in Slovenia ogni mese otto persone perdono la vita sulla strada. In base alle statistiche le strade urbane sono in assoluto le più pericolose e l’incidente stradale è il primo motivo di morte per i giovani tra i 15 ed i 44 anni d’età.

Le mutate modalità di spostamento ed il corrispondente traffico hanno sostanzialmente modificato le nostre strade, che hanno vieppiù perso la propria funzione aggregativa per divenire spazi di transito. Oggi le strade sono di dominio delle macchine, in quanto sono utilizzate quasi esclusivamente per gli spostamenti e per il parcheggio dei nostri mezzi, la loro funzione di spazio abitabile è andata perduta. Un tempo le strade erano naturale continuazione dello spazio privato della casa, luogo d’aggregazione di chi abitava lungo la strada. Oggi il diritto alla strada è stato perso proprio da chi vi abita sulla strada, in quanto la stessa è divenuta proprietà di chi la utilizza come mero supporto per lo spostamento motorizzato.

Affinché le strade ridiventino uno spazio adatto alla vita, abbiamo intrapreso la redazione del Piano del Traffico, che vuole essere lo strumento con l’ausilio del quale conciliare le necessità di movimento con il diritto alla sicurezza, comodità e dignità degli abitanti, che nello specifico luogo abitano e non ne sono dei meri utilizzatori.

Fanno parte del Piano del Traffico ovviamente tutte quelle analisi dello stato di fatto, del traffico, dell’incidentalità e delle caratteristiche della rete stradale, ma basilari per la comprensione dell’effettivo stato del traffico stradale e per il progetto futuro sono i desideri, le preoccupazioni e i bisogni dei cittadini che vivono questi spazi. Perciò i progettisti hanno predisposto il presente questionario, con il quale vogliamo raccogliere quante più informazioni possibili, affinché possa essere il nostro progetto il più aderente possibile ai bisogni concreti. Vi prego quindi di prendervi del tempo per compilarlo, perché la vita nelle nostre frazioni dipende anche dalle nostre scelte condivise. Affinché le strade siano di nuovo dominio degli abitanti!

Davide Štokovac - Assessore

 

Pdf della lettera